la decisione

Cortina caccia dal centro il cervo Isaia: “Riportato nei boschi nell’interesse della collettività”

La polizia provinciale ha trasportato l’animale fuori dal centro e lo ha poi liberato lontano dal paese

Pubblicato:
Aggiornato:

Allontanato da Cortina “per il suo bene e per quello dei cittadini”.

Cortina caccia dal centro il cervo Isaia: “Riportato nei boschi nell’interesse della collettività”

Il cervo Isaia, vera e propria star a Cortina d’Ampezzo, è stato accompagnato fuori dalla cittadina durante una delle sue ultime gite in centro. È stata la polizia provinciale a portarlo in mezzo ai boschi, in un luogo più lontano e più sicuro, e a liberarlo.

Isaia era un vip a Cortina e, spesso, si avventurava per le vie del centro acclamato da turisti e residenti che non vedevano l’ora di scattare una foto insieme a lui. Famosa la volta in cui si era spinto fino al mercato, incuriosito forse dai tanti profumi.

 

Proprio questo suo comportamento, cioè la confidenza con gli esseri umani, e il rischio che quest’ultimi potessero in qualche modo “viziarlo” col cibo, creandogli un un’abitudine sbagliata, ha spinto la polizia provinciale a intervenire al più presto. Va’ sottolineato che l’animale non si era mai dimostrato violento e non aveva mai attaccato nessuno.

 

Molte persone, a dire il vero, avevano invocato l’intervento dell’autorità per fare in modo che Isaia non facesse la stessa fine di Bambotto (QUI l'articolo che avevamo pubblicato su Prima Belluno), il cervo di Pecol ucciso a fucilate da un cacciatore cinque mesi fa.

“Quella che abbiamo completato – ha detto Stefano Ghezze, assessore comunale di Cortina alla Polizia Locale e Protezione Civile – è stata un'ottima operazione, nell'interesse della collettività e della salute del cervo: in questi ultimi giorni a Isaia stava crescendo un nuovo palco di corna. Non ha mai mostrato alcun segno di aggressività nei confronti degli altri esseri umani, ma per quanto sia, è pur sempre un animale selvatico, che può avere reazioni imprevedibili. Abbiamo cercato di tutelare lui stesso così facendo, poi la popolazione. Ho inviato una lettera al comandante della polizia provinciale e al prefetto Mariano Savastano e così abbiamo risolto la questione”.

Basterà questo per tenere lontano Isaia? L’impressione è che, trascorso qualche giorno, lo rivedremo camminare per le vie di Cortina…

IMG_0657
Foto 1 di 7
IMG_0665
Foto 2 di 7
IMG_0659
Foto 3 di 7
IMG_0660
Foto 4 di 7
IMG_0658
Foto 5 di 7
IMG_1345
Foto 6 di 7
IMG_1346
Foto 7 di 7
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali