Attualità
Le iniziative in programma

Cortina Capitale della Mindfulness: workshop all'ombra delle Dolomiti

La kermesse dal 30 settembre al 2 ottobre promossa dall’Associazione Albergatori e dal Comune di Cortina per presentare la futura sede Olimpica sotto la luce inedita di una tra le discipline più apprezzate del momento.

Cortina Capitale della Mindfulness: workshop all'ombra delle Dolomiti
Attualità Cortina e Cadore, 23 Settembre 2022 ore 14:55

La manifestazione si terrà presso la Sala Cultura Don Pietro Alverà (non più presso l’Alexander Girardi Hall dunque) e potrà contare su un ospite d’eccezione: la ex campionessa olimpica di scherma Dorina Vaccaroni che tra gli Anni Settanta e gli Anni Novanta firmò alcuni tra i successi più clamorosi del fioretto italiano.

Cortina Capitale della Mindfulness: workshop all'ombra delle Dolomiti

Non solo Olimpiadi. In attesa dei Giochi Invernali che nel 2026 catalizzeranno (e in parte stanno già catalizzando) l’attenzione del mondo sulle sue montagne, Cortina si appresta a diventare capitale della Mindfulness, protagonista indiscussa, tra il 30 settembre e il 2 ottobre 2022, di una manifestazione nata per volontà dell’Associazione Albergatori Cortina e dell’Amministrazione Comunale con l’intento di promuovere una tra le località turistiche più amate d’Italia, partendo da un punto di vista inedito e con un’ospite d’eccezione: la ex campionessa olimpica Dorina Vaccaroni.

Raggiungere il benessere interiore educando corpo e mente all’accoglienza incondizionata dei propri stati emotivi e mantenendo un approccio non giudicante rispetto alle singole esperienze. È l’idea che sta alla base di questa disciplina teorizzata alla fine degli Anni Settanta dal biologo statunitense Jon Kabat-Zinn e ultimamente molto apprezzata anche nel nostro paese, dove l’emergenza sanitaria ha spinto sempre più persone a combattere lo stress e le ansie del quotidiano cercando rifugio nelle pratiche meditative. La Mindfulness, che di fatto insegna ad accettare e canalizzare le emozioni, positive o negative che siano, prescindendo dalle insidie dei costrutti mentali per ottenere il giusto grado di autoconsapevolezza e soddisfazione personale, nel contesto pandemico ha trovato terreno fertile per attecchire.

Si calcola infatti che almeno il 56% di chi la esercita – un italiano su cinque stando alle stime più recenti - abbia iniziato a farlo durante il lockdown e, in 9 casi su 10, intenda continuare a servirsene anche in futuro. Da qui la felice intuizione di dar vita a un’iniziativa finalizzata ad approfondire la conoscenza di quella che è a tutti gli effetti una scuola di pensiero con accoliti in tutto il mondo, e di farlo in una location unica che, per caratteristiche e per la natura incontaminata che la circonda, ispira tranquillità e invita all’introspezione. Paesaggi mozzafiato, sport ed eccellenze enogastronomiche da una parte, relax e raccoglimento dall’altra, per quello che, negli intenti degli organizzatori, dovrà diventare un appuntamento fisso con cadenza annuale, parallelo alle innumerevoli attività praticabili presso la nota località sciistica veneta, da sempre divisa tra anima glamour e spirito riflessivo.

"L’Associazione Albergatori di Cortina si conferma fiera di promuovere un’iniziativa così importante – dichiara il Presidente Stefano Pirro – Il nostro territorio, circondato da boschi e montagne, si presta alla meditazione e all’introspezione. Proporre dunque un turismo “diverso”, che prescinda o comunque si affianchi ai classici itinerari enogastronomici, ci sembrava un’ottima opportunità e abbiamo voluto coglierla, certi che Cortina possa realmente diventare la meta di riferimento nazionale per questa disciplina, aprendosi così a un nuovo target di appassionati, praticanti e imprese. Inutile dire che i prossimi tre anni si prospettano impegnativi. Le Olimpiadi Invernali del 2026 faranno da traino per tante attività. Con il Mindfulness Weekend, che ci auguriamo possa diventare un appuntamento fisso, vogliamo dunque ritagliarci uno spazio alternativo abbracciando nuove esperienze da adattare a un’utenza turistica sempre più attenta ed esigente".

L’evento, alla sua prima edizione, è patrocinato dall’Istituto Italiano per la Mindfulness e si concentrerà sul tema della gestione delle emozioni, declinandolo nel corso di numerosi seminari che si terranno presso la Sala Cultura Don Pietro Alverà a partire dal pomeriggio di venerdì 30 settembre e fino alla mattina di domenica 2 ottobre, intervallati da momenti di pratica guidata. Durante la tre-giorni si parlerà di “mindfulness in un mondo che cambia”, mindfulness in ambiente aziendale, mindfulness nell’invecchiamento e nella longevità, mindfulness per e nelle scuole e mindfulness quale parte integrante dell’attività sportiva. Tra gli ospiti, nazionali e internazionali, che ne discuteranno all’interno delle rispettive sessioni, ci saranno lo speaker internazionale Richard Romagnoli, esperto di crescita e realizzazione personale, terapia della risata e spiritualità, che tratterà il suggestivo tema della “genetica della felicità”, Paolo De Lutti, Presidente dell’Istituto Italiano per la Mindfulness, Ronald Siegel, psicologo e Assistant Clinical Professor of Psychology presso la Harvard Medical School, Renato Mazzonetto (Direttivo Is.I. Mind.), Antonella Buranello, psicologa psicoterapeuta della Gestalt nonché docente presso il Master di Psicologia dell’invecchiamento e della longevità presso l’Università degli Studi di Padova, Kimberly A. Schonert – Reichl, docente presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università della British Columbia, e Andrea Zaccaro, Professore presso l’Università di Chieti. Fiore all’occhiello dell’intensa tre-giorni sarà l’intervento della già citata ex Campionessa Olimpica Dorina Vaccaroni colei che, appena adolescente, nella seconda metà degli Anni Settanta inaugurò la stagione vincente della scherma italiana, culminata con l’oro a squadre a Barcellona nel 1992. Veneziana di nascita, sportiva per vocazione e vegana convinta, la plurimedagliata ex atleta si concentrerà su mindfulness e meditazione nel gesto atletico.

L’esperienza si concluderà con una suggestiva passeggiata sensoriale en plein air.

Il commento del neo-eletto sindaco di Cortina Gianluca Lorenzi: "L’Amministrazione Comunale ha sposato con entusiasmo questa nuova iniziativa dell’Associazione Albergatori. L’attenzione che si sta concentrando su Cortina per via delle Olimpiadi ci spinge a promuovere anche e soprattutto eventi come questo, che dalle Olimpiadi possono essere trainati e alle Olimpiadi si affiancano quale valida proposta complementare; il mio auspicio è che questa sia solo la prima di tante edizioni, perché Cortina Mindfulness sembra cucita apposta sul nostro territorio e sulla sua forte identità. La nostra valle invita alla tranquillità, a riscoprire una dimensione più intima e meno frenetica. Organizzare un weekend di meditazione a Cortina significa restituire un’immagine inedita della città, non solo luogo di sport ed eccellenze enogastronomiche, ma anche e soprattutto ambiente salubre e idoneo a ritrovare sé stessi".

Seguici sui nostri canali