Generosità

La foresteria dell'ospedale di Feltre è più accogliente grazie all'AIL Belluno

Le stanze, situate nel padiglione Gaggia Lante, sono a disposizione degli specializzandi o dei reperibili o di tutto il personale che dovesse avere bisogno di un appoggio in caso di necessità, anche legate al maltempo.

La foresteria dell'ospedale di Feltre è più accogliente grazie all'AIL Belluno
Attualità Feltre, 04 Agosto 2021 ore 10:34

Ancora una volta la generosità dell’Associazione Italiana Leucemie di Belluno sostiene in maniera concreta la sanità in provincia.

La foresteria dell'ospedale di Feltre

L’associazione, su iniziativa della presidente Carmen Mione, ha donato all’ospedale di Feltre gli arredi e alcuni elettrodomestici per rendere più confortevoli le stanze dedicate alla foresteria per un valore totale della donazione di oltre 20mila euro.

Le stanze, situate nel padiglione Gaggia Lante, sono a disposizione degli specializzandi o dei reperibili o di tutto il personale che dovesse avere bisogno di un appoggio in caso di necessità, anche legate al maltempo.

Le stanze, sono state arredate avendo cura anche nella scelta dei colori dei mobili e della qualità degli arredi. Inoltre, l’AIL ha donato anche 6 televisioni e 6 microonde, 6 frigo minibar oltre a una macchina del caffè per rendere più gradevole il pernottamento e rispondere alle piccole necessità di chi ne usufruisce. La presidente AIL Carmen Mione ha affermato:

"Continua l’impegno di AIL a favore degli ospedali della provincia, la cura dei piccoli dettagli è orientata all’attenzione verso il benessere dei professionisti che vengono a operare nei nostri ospedali"

"È un’ulteriore iniziativa volta a sostenere professionisti e specializzandi che da altre aree scelgono l’Ulss Dolomiti sia per completare il proprio percorso formativo e sia per supportare le équipe che vi operano", commenta il direttore generale Maria Grazia Carraro, "i rinnovati locali si uniscono a una ottima rete professionale che sa accogliere, lavorare in squadra e che ha attitudine a trasmettere le proprie competenze per la crescita dei giovani professionisti. Ancora una volta GRAZIE AIL»".