la festa

Pediatria Belluno, bambini supereroi per un giorno con gli Incredibili

Presenti anche i bambini della classe seconda della Scuola Primaria di Badilet dell’Istituto Comprensivo 3 di Belluno

Pediatria Belluno, bambini supereroi per un giorno con gli Incredibili
Pubblicato:

Carnevale speciale oggi nella Pediatria di Belluno: tra risate, applausi, musica e balletti sono arrivati gli Incredibili, con Il Duo G&G che ha trasportato i bambini nel fantastico mondo dei supereroi.

Pediatria Belluno, bambini supereroi per un giorno con gli Incredibili

Ad attenderli c’erano i bambini della classe seconda della Scuola Primaria di Badilet dell’Istituto Comprensivo 3 di Belluno, insieme alle maestre, che sono stati accolti dal personale della Pediatria per assistere ad uno spettacolo portato in reparto con Bob Parr ed Helen e le avventure della loro famiglia di supereroi.

Tanto entusiasmo ed energia dei protagonisti nel coinvolgere e far partecipare i bambini in una storia di super poteri, forza sovrumana e coraggio per sconfiggere i cattivi, con qualche tocco buffo e di “normalità” che ha strappato il sorriso di grandi e piccoli. Nella storia non sono mancati momenti di festa, invitando i bambini a interagire e a ballare con i supereroi.

Bob e Helen hanno salutato tutti i bambini portando loro caramelle e palloncini e, a spasso nel reparto tra stupore e sorpresa, hanno fatto visita ai piccoli degenti. Per l’occasione i piccoli pazienti avevano preparato con la loro maestra anche delle simpatiche matite colorate a tema Carnevale per i bambini che oggi sono stati ospitati in Pediatria.

“Un ringraziamento a Il Duo G&G – comunica l’azienda sanitaria – per aver portato una ventata di allegria con il loro spettacolo, alle maestre e ai bambini dell’Istituto Comprensivo 3. Un’iniziativa che ha regalato un momento di spensieratezza per i piccoli degenti del reparto e un momento per avvicinare i bambini della scuola alla realtà della Pediatria, come un ambiente accogliente e “amico” dove potersi sentire il più possibile a proprio agio”.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali