Iniziativa

Ragazzi del centro diurno si offrono per effettuare piccoli acquisti per i dipendenti dell'Ulss

In questo modo, i ragazzi sperimentano l’autonomia e i dipendenti possono usufruire di un utile servizio per conciliare la vita e il lavoro.

Ragazzi del centro diurno si offrono per effettuare piccoli acquisti per i dipendenti dell'Ulss
Attualità Belluno, 29 Luglio 2021 ore 09:41

I ragazzi del centro diurno si offrono per piccoli acquisti per i dipendenti dell'Ulss 1.

Ragazzi del centro diurno in aiuto per i dipendenti dell'Ulss

Piccoli gesti, ma carichi di significato e di utilità per chi li riceve e per chi li dona. I ragazzi del Gruppo Educativo Diurno della sede amministrativa dell’ Ulss 1 a Belluno, in Via Feltre, sono a disposizione dei dipendenti dell'Ulss della sede stessa per piccoli acquisti o commissioni nei negozi delle vicinanze. In questo modo, i ragazzi sperimentano l’autonomia e i dipendenti possono usufruire di un utile servizio per conciliare la vita e il lavoro.

Il Servizio Integrazione Scolastica e Sociale dell’Ulss 1 Dolomiti con sede a Belluno, promuove il progetto GEOD Gruppo Educativo Orientamento Disabili che prevede laboratori organizzati in piccoli gruppi rivolti a ragazzi con disabilità.
Queste attività hanno come obiettivo l’inclusione sociale e l’acquisizione di prerequisiti di autonomia utili per un eventuale inserimento lavorativo.

I ragazzi si alternano nei diversi compiti

L'Ulss 1 Dolomiti ha spiegato:

"Questi progetti rientrano nel progetto educativo scolastico e vengono condivisi e sottoscritti dalla scuola e dalla famiglia.
In particolare, 'SOS piccoli acquisti' è un servizio offerto ai dipendenti ULSS con sede in via Feltre dove viene svolta l’attività del GEOD.
I ragazzi nella giornata di giovedì, dalle 9.00 alle 11.30, sono a disposizione per svolgere piccole commissioni nei negozi dislocati nelle vicinanze. E’ un’attività piuttosto articolata che viene promossa attraverso l’utilizzo di un volantino realizzato dai ragazzi stessi e dall’invio di mail di promemoria nella giornata prevista. I ragazzi si alternano nei diversi compiti che iniziano con la raccolta telefonica degli ordini, attraverso uno schema predefinito che li aiuta ad individuare la persona, l’ubicazione dell’ufficio e la richiesta d’acquisto. Si recano poi personalmente da chi ha chiamato e compilano una ricevuta alla consegna dei soldi. Segue infine l’individuazione in autonomia del negozio, l’acquisto e la consegna della merce richiesta al committente".

L'Ulss 1 Dolomiti ha concluso:

"In questo modo i ragazzi si sentono capaci di svolgere delle mansioni in autonomia attraverso le quali vengono riconosciuti e si sentono parte attiva all’interno di rapporti sociali formali. Tutto ciò potenzia la loro autostima e permette loro di affinare sempre più le abilità necessarie anche in vista di un futuro inserimento nel mondo del lavoro.
Il progetto ha avuto un esito positivo anche grazie alla sensibilità dei dipendenti in servizio in via Feltre che con la loro partecipazione settimanale hanno saputo cogliere l’essenza dell’attività".