In provincia di Belluno

Smaltimento dell’amianto: la Regione stanzia 350mila euro per la rimozione

Si tratta di quattro importanti contributi per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto arriveranno nel Bellunese.

Smaltimento dell’amianto: la Regione stanzia 350mila euro per la rimozione
Attualità Belluno, 29 Giugno 2021 ore 12:53

Sono quattro gli importanti contributi per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto arriveranno nel Bellunese.

Smaltimento dell’amianto

L'assessore all'Ambiente Gianpaolo Bottacin ha annunciato lo stanziamento di complessivi 350mila, assegnati alla Provincia di Belluno e all'Ulss 1 Dolomiti. L'assessore ha spiegato:

Si tratta di quattro importanti contributi per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto arriveranno nel Bellunese. Sono le risultanze di un bando che avevamo approvato per l’individuazione di interventi su edifici pubblici, con priorità su quelli scolastici e ospedalieri. Per quanto riguarda le scuole è stata finanziata la richiesta pervenuta dalla Provincia, con cui si potrà intervenire per la rimozione dei pavimenti in vinilamianto degli istituti superiori Catullo di Belluno e Colotti di Feltre. Alla Provincia per questi interventi arriveranno 50.600 euro, corrispondenti alla richiesta e a copertura del 100% della spesa prevista”.

Difficoltà finanziarie

L'assessore ha puntualizzato:

"L'Ulss Dolomiti, invece, aveva presentato tre distinte progettualità tutte collegate all’Ospedale San Martino del capoluogo, per la rimozione della copertura in cemento amianto del Blocco A, delle tubazioni del sottotetto del Blocco B e per la copertura del Blocco C”.

Anche in questo caso sarà finanziata l’intera spesa prevista che, per i tre progetti, ammonta complessivamente a 298.100 euro.

“In un momento particolare come quello che stiamo vivendo, dove anche moltissimi enti pubblici soffrono difficoltà finanziarie tali da non poter provvedere autonomamente neppure a interventi di rilievo come la bonifica dell’amianto – conclude l’assessore all’Ambiente - interveniamo con un’ulteriore iniziativa che si somma alle tante già messe in campo dalla Regione in materia di bonifiche ambientali”.