L'evento

Sokolov a Belluno per suonare i capolavori della musica classica, da Bach a Chopin

A 16 anni è diventato il più giovane musicista di sempre a vincere il Primo Premio al Concorso Internazionale Čajkovskij di Mosca

Sokolov a Belluno per suonare i capolavori della musica classica, da Bach a Chopin
Pubblicato:

Grigory Sokolov suona a Belluno lunedì 12 febbraio, ore 20.30, al Teatro Dino Buzzati, offrendo al pubblico del Circolo Culturale Bellunese il privilegio di ascoltare, in anteprima assoluta, il programma 2024 che il grande pianista russo porterà nei palcoscenici di tutto il mondo.

Sokolov a Belluno per suonare i capolavori della musica classica, da Bach a Chopin

Al centro della performance Johann Sebastian Bach, Quattro Duetti BWV 802-805 e Partita II in do minore BWV 826; Fryderyk Chopin, 4 Mazurche op. 30 e 3 Mazurcas op. 50; Robert Schumann, Scene della foresta (Waldszenen) op. 82. A suonare, come sempre, sarà un Grigory Sokolov inedito, un pianista mai ascoltato prima, così come i brani eseguiti saranno nuove e geniali interpretazioni, mai ascoltate prima.

Nato a Leningrado (ora San Pietroburgo), Grigory Sokolov ha tenuto il suo primo recital pubblico a 12 anni. Il suo prodigioso talento è stato riconosciuto nel 1966 quando, a soli 16 anni, è diventato il più giovane musicista di sempre a vincere il Primo Premio al Concorso Internazionale Čajkovskij di Mosca.

Nonostante i grandi tour di concerti in tutto il mondo, il suo talento si è evoluto ed è maturato sempre lontano dai riflettori dei media internazionali. Si è esibito con le più prestigiose orchestre, prima di decidere di dedicarsi esclusivamente al recital per pianoforte solo.

Sokolov tiene circa settanta concerti ogni stagione, immergendosi completamente in un singolo programma e presentandolo in tutte le principali sale d’Europa. Prima di ogni esibizione è solito passare molte ore di studio sul palcoscenico per capire la personalità e le possibilità dello strumento con cui dovrà condividere il momento del concerto. La critica musicale è sempre affascinata dalla misteriosa abilità di Sokolov di saper ‘rileggere’ la partitura proponendo interpretazioni originali e sempre nuove dei pezzi che suona.

La capacità di articolare le voci interne di una struttura polifonica, l’infinita varietà delle dinamiche e dei suoni che sa estrarre dallo strumento sono caratteristiche uniche di questo grande artista. Nell’aprile 2022, con Deutsche Grammophon, è stata pubblicata la sua ultima incisione discografica, che propone la ripresa in audio e video di un concerto tenuto da Sokolov al Palazzo di Esterházy di Eisenstadt con alcune Sonate di Haydn e gli improvvisi op. 142 di Schubert.

Informazioni e tutti i concerti del 2024 su belcircolo.org. Biglietti: Interi € 20; Soci € 15; Studenti € 5; in vendita nella sede del concerto, mezz’ora prima del suo inizio, o presso la Cartoleria Capraro in Piazza del Mercato 32 a Belluno, con orario 09-12 e 15- 19, chiuso domenica e lunedì mattina.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali