l'analisi

Trillo funziona, passeggeri raddoppiati: ormai chi si sposta usa l’app

Biasiotto, Dolomitibus: "I numeri e i feedback degli utenti dimostrano chiaramente che questo servizio risponde a una vera esigenza del territorio"

Trillo funziona, passeggeri raddoppiati: ormai chi si sposta usa l’app
Pubblicato:

Nonostante le critiche e i timori, Trillo, il servizio a chiamata di Dolomiti Bus, ha riscosso un notevole successo nel primo mese di attività, registrando un numero significativo di prenotazioni e feedback positivi da parte degli utenti.

Trillo funziona, passeggeri raddoppiati: ormai chi si sposta usa l’app

Attualmente gli iscritti sono oltre 3.100, con una valutazione media di 4,6 su 5. Nel primo mese di attività, dal 10 giugno a oggi, Trillo ha trasportato 4.417 passeggeri: 3.897 a Belluno, 317 a Feltre e 203 nei comuni limitrofi. Il picco di utilizzo è stato registrato nelle giornate di giovedì 20 e venerdì 21 giugno con oltre 200 passeggeri, in ciascuna delle due giornate.

Per evidenziare la portata di questo successo è importante ricordare che nello stesso periodo del 2023, in una settimana tipo con il servizio tradizionale, erano stati registrati circa 600 viaggiatori, cifra che oggi è stata più che raddoppiata. Inoltre, sono state effettuate oltre 4.800 prenotazioni tramite l’app Trillo e il call center, di cui il 70% da app. Il call center di Dolomiti Bus ha registrato più di 3.000 contatti, di cui il 58% per prenotare una corsa di Trillo.

“Andiamo oltre le nostre aspettative per quanto riguarda i risultati ottenuti da Trillo nel suo primo mese di attività – dichiara Andrea Biasiotto, presidente di Dolomiti Bus – I numeri e i feedback degli utenti dimostrano chiaramente che questo servizio risponde a una vera esigenza del territorio, migliorando la mobilità con maggiore flessibilità e accessibilità. Trillo si conferma quindi un elemento chiave della nostra strategia orientata all’innovazione e all’attenzione al cliente”.

Dai dati raccolti, Trillo funziona. Dopo un normale periodo di rodaggio, il servizio è entrato a regime e soprattutto è entrato nell’abitudine dei bellunesi, tanto che conta più passeggeri del normale servizio in questo periodo dell’anno.

“Non escluso - dichiara Massimo Bortoluzzi, consigliere provinciale con delega alla Mobilità e ai Trasporti - che per qualcuno possa essere ancora difficile o non congeniale, ma chiediamo all’azienda di lavorare per smussare anche questo genere di criticità. L’attenzione rimane alta da parte nostra, anche in vista del prossimo autunno, quando il bus a chiamata dovrà integrarsi con gli orari scolastici e dare un servizio efficiente per tutte le tipologie di utenza”.

Per promuovere Trillo e illustrarne le opportunità per il territorio, Dolomiti Bus ha attivato punti di ascolto e palestre digitali. I punti di ascolto, allestiti in luoghi strategici di Belluno e Feltre come piazze, centri commerciali e uffici pubblici, hanno permesso al personale esperto di fornire informazioni dettagliate, rispondere a domande e offrire assistenza per l’uso dell’app Trillo. Le palestre digitali, organizzate in collaborazione con il Consorzio BIM Piave di Belluno, sono invece cicli di formazione gratuiti dedicati a fornire le competenze di base sul mondo digitale e a insegnare l’utilizzo dell’app Trillo. Questi incontri hanno avuto l’obiettivo di facilitare l’accesso al servizio di prenotazione, rendendolo più fruibile per tutti.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali