Auronzo di Cadore

Auronzo, i provvedimenti economici e sociali della Giunta

Emergenza Covid 19: il sindaco Tatiana Pais Becher fa il punto della situazione

Auronzo, i provvedimenti economici e sociali della Giunta
Cortina e Cadore, 05 Maggio 2020 ore 11:02

Emergenza Covid 19: il sindaco Tatiana Pais Becher fa il punto della situazione e illustra i provvedimenti di carattere socio economico adottati nel comune cadorino.

Auronzo: l’emergenza vissuta in Cadore

“Quello che stiamo vivendo non è e non sarà un periodo facile sia per l’Amministrazione Comunale sia per i cittadini, e sono certa che serie difficoltà non mancheranno in futuro – sottolinea il sindaco di Auronzo Tatiana Pais Becher – In questi due mesi abbiamo lavorato con personale ridotto, nel rispetto delle norme per evitare il diffondersi del contagio del coronavirus, e il plauso mio personale va certamente ai responsabili degli uffici comunali, presenti quotidianamente a coordinare le attività di gestione dell’emergenza insieme alla sottoscritta, al Segretario Comunale, al vice Sindaco e agli Assessori, anch’essi in prima linea, mentre le sedute di Giunta si sono tenute esclusivamente online, come previsto dalla normativa”.
“Costante inoltre è stato il contatto con la Prefettura di Belluno, gli enti Regionali e Provinciali, l’ULSS1 Dolomiti e le forze dell’ordine per rimanere sempre aggiornati e garantire la massima sicurezza alla nostra comunità”.

I provvedimenti di carattere sociale e economico della Giunta

“Premettendo che il bilancio dell’anno in corso potrebbe subire una riduzione notevole – spiega Pais Becher – considerata l’incertezza del gettito dei parcheggi delle Tre Cime di Lavaredo, questi sono i provvedimenti che la Giunta ha ritenuto opportuno mettere in atto nelle scorse settimane:

  • GESTIONE BUONI ALIMENTARI: l’assegnazione è stata effettuata con la collaborazione dei Servizi Sociali. Sono stati assegnati 2/3 della cifra erogata dallo stato per buoni alimentari, distribuendoli a 15 nuclei familiari per 2 mensilità, seguendo le linee guida di Anci, per un totale di 12.000,00 Euro. Con la restante cifra verrà effettuato un secondo bando, che potrà essere incrementato con un finanziamento comunale.
  • Abbiamo deliberato di far slittare la TASSA DI SOGGIORNO, posticipata dal 30 aprile al 30 settembre, per favorire la liquidità delle attività ricettive.
    Abbiamo anticipato l’erogazione delle BORSE DI STUDIO “CADUTI PER LA PATRIA” , solitamente consegnate a dicembre, con un assegnazione che avverrà direttamente sul conto bancario degli studenti assegnatari nel mese di giugno.
  • Con l’Istituto comprensivo di Auronzo abbiamo accordato l’utilizzo della dotazione finanziaria messa a disposizione dalla Giunta per varie attività didattiche per integrare l’ACQUISTO DI PC o tablet per i ragazzi di Auronzo che ne fossero sprovvisti.
  • Con la cooperativa che ha in gestione il Liceo Linguistico, la scuola materna e il nido integrato, abbiamo concordato l’ESENZIONE DEL PAGAMENTO DELLE RETTE dell’asilo e del nido per le famiglie, dal mese di marzo in poi.
  • La Giunta Comunale ha inoltre richiesto agli uffici comunali la predisposizione di due bandi specifici, al momento allo studio e in via di definizione: un BANDO “BOLLETTE”, per l’erogazione di un contributo alle famiglie in difficoltà per il saldo di utenze luce/elettricità/acqua; un BANDO PER LE ATTIVITA’ PRODUTTIVE, per garantire un sostegno concreto alle attività chiuse a causa dell’emergenza sanitaria.
  • Il gruppo di maggioranza condivide la richiesta di cancellazione di alcune TASSE e per questo, di concerto con altri Sindaci, abbiamo chiesto al Governo di prevedere un trasferimento di liquidità per poter continuare ad erogare servizi, in modo da poter garantire gli stessi servizi anche prevedendo una diminuzione dell’entrata di tributi. Per quanto riguarda l’IMU degli esercizi commerciali, come rilevato anche da altri Sindaci, questa non è destinata ai Comuni, ma allo Stato, per cui al momento la sua riduzione non è di competenza comunale.
  • Abbiamo attivato fin da subito il C.O.C. ed eseguito ben 3 interventi di SANIFICAZIONE di strade, vie, piazze, isole ecologiche, con un lavoro di sinergia tra operai comunali e volontari di Protezione Civile.
  • La sottoscritta ha seguito in prima persona sia i casi di pazienti positivi al covid 19 sia quelli di cittadini in isolamento domiciliare, contattando gli interessati e fornendo assistenza qualora richiesta.
  • Anteponendo a tutto la SALUTE dei nostri concittadini abbiamo, con notevole rammarico, assunto dei provvedimenti per limitare l’accesso dei non residenti alle seconde case e garantire così l’isolamento della comunità auronzana; abbiamo prestato la massima attenzione alla nostra Residenza per Anziani, al momento indenne al contagio, ed inoltre l’Amministrazione aveva preso in considerazione l’opportunità di mettere a disposizione gratuitamente di tutti i cittadini un test sierologico, ma dopo aver consultato Regione e ULSS ci è stato suggerito di attendere l’evolversi della situazione per eventuali proposte collegiali”.

“Siamo sempre più convinti – conclude la prima cittadina – che l’unione fa la forza per cui procediamo cautamente assieme ad altri Comuni che presentano le nostre caratteristiche e con i cui Sindaci sono in costante contatto, oltre che di concerto con la Regione del Veneto, la Provincia di Belluno e le associazioni di categoria”.

 

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Belluno e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Prima Belluno (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità