Made in Veneto

Due milioni di mascherine ai veneti in arrivo: saranno distribuite gratuitamente

Le ha prodotte Grafica Veneta riconvertendo la sua produzione a tempo di record.

Due milioni di mascherine ai veneti in arrivo: saranno distribuite gratuitamente
Belluno, 18 Marzo 2020 ore 18:22

Grafica Veneta ha prodotto  2 milioni di mascherine: verranno distribuite gratis ai cittadini

Il problema dell’approvvigionamento di mascherine in Veneto potrebbe essere risolto. Grazie all’inventiva, alla generosità e allo spirito imprenditoriale di Fabio Francheschi, titolare di Grafica Veneta. E’ quanto emerso dalla tradizionale conferenza stampa delle 12.30, nella sede della Protezione civile di Marghera, del presidente della Regione Luca Zaia. Che per cominciare ha aggiornato sui numeri del contagio in Veneto.

Il bollettino aggiornato

I casi di positività in regione sono saliti a 3.214, con 9.500 persone in isolamento fiduciario grazie ai test effettuati, 646 ricoverati, 195 in Terapia intensiva, 167 i dimessi,  e 94 decessi.

“Un incremento più modesto ma c’è, bisogna continuare con isolamento stando il più possibile a casa. Pensiamo a chi è più debole di noi, noi non crediamo che gli anziani siano un peso per la comunità, vanno invece tutelati e curati perché il Veneto che abbiamo lo dobbiamo a loro”.

Prodotte 2 milioni di mascherine

Poi la presentazione di un’ospite d’eccezione al tavolo dove di solito siedono gli assessori. Presente infatti il titolare di di Grafica Veneta, Fabio Franceschi per un annuncio di fondamentale importanza.

“Mi ha chiamato nei giorni scorsi dicendomi: ‘Voglio fare qualcosa per la mia comunità‘. Ha accettato la sfida di modificare il suo processo produttivo per iniziare a produrre mascherine e dopo aver lavorato giorno e notte per circa una settimana, è arrivato a una soluzione importante per produrle su larga scala. Lo ringrazio e annuncio che prossimamente ne distribuiremo 2 milioni di pezzi ai veneti gratuitamente“.

Distribuzione sulle cui modalità si sta ancora discutendo ma che verosimilmente, come confermato da Zaia, avverrà tramite la Protezione civile locale, Pro loco e Alpini.

Franceschi: “Vogliamo arrivare a produrne 3 o 4 milioni al giorno”

Poi la parola è passata direttamente all’imprenditore:

“Al momento si tratta di uno schermo protettivo, una barriera costituita da un tessuto non tessuto. Per realizzarle abbiamo lavorato sui nostri processi produttivi e al momento siamo in gradi di produrne 800-900mila pezzi al giorno ma a breve arriveremo al milione e mezzo. Si tratta di un usa e getta ideale ad esempio per i supermercati. Va sostituita 2-3 volte al giorno. Stiamo lavorando col Ministero e a breve, se avremo le autorizzazioni del Ministero, diventerà mascherina chirurgica di primo livello. Non abbiamo esitato un attimo a fermare le rotative per produrre mascherine. Vorremmo arrivare a 3-4 milioni al giorno“.

Zaia: “Ha avuto genio e palle”

Zaia poi ha proseguito elogiando l’iniziativa made in Veneto:

“Ha avuto il genio e le palle per accettare una sfida dura, ma quando il gioco si fa duro… Noi daremo i pacchettini alle persone e in ogni confezione ce ne saranno 10. Dietro c’è la genialità veneta di un grande stampatore (che ha stampato anche Harry Potter), ma che a mio avviso verrà ricordato per essere l’uomo delle mascherine. Ho sentito anche il ministro Speranza, che mi ha detto di mandargli subito campioni”.

Sulle mascherine ci sarà anche il logo di Grafica Veneta, come espressamente voluto dallo stesso Zaia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità