Cronaca
Falcade

Giovani ubriachi pretendono di usare la cabinovia dopo la chiusura poi aggrediscono i poliziotti

Hanno iniziato a litigare col personale della società di gestione degli impianti, pretendendo di far riaprire la cabinovia per rientrare a Moena attraverso il collegamento con le piste.

Giovani ubriachi pretendono di usare la cabinovia dopo la chiusura poi aggrediscono i poliziotti
Cronaca Belluno, 26 Febbraio 2022 ore 12:39

Verso le ore 17.30 di ieri pomeriggio a Falcade, nell’area della stazione di partenza della cabinovia di collegamento tra il centro cittadino e gli impianti sciistici di quella località turistica, tre giovani, tutti cittadini della Repubblica Ceca alloggiati in strutture ricettive di Moena per un periodo di vacanza, hanno aggredito due operatori della Polizia di Stato, entrambi in forza alla Questura di Belluno ed aggregati presso il Distaccamento sciatori della P. di S. di Falcade per i servizi di sicurezza e soccorso in montagna.

Giovani ubriachi pretendono di usare la cabinovia dopo la chiusura

I giovani, tutti di età compresa tra i 25 e i 27 anni, al termine della giornata di sci, giunti nella stazione sciistica di Falcade successivamente alla chiusura degli impianti di risalita, in evidente stato di alterazione determinata dall’assunzione di sostanze alcoliche, sono entrati in conflitto col personale della società di gestione degli impianti, pretendendo di far riaprire la cabinovia per rientrare a Moena attraverso il collegamento con le piste.

Lo stesso personale degli impianti, pertanto, chiedeva l’intervento degli operatori di polizia i quali, nonostante avessero offerto informazioni sulla possibilità di raggiungere Moena con mezzi alternativi (navette, taxi ecc.), venivano aggrediti dai cittadini cechi senza ragione, con pugni, calci e sputi.
Ai poliziotti sono state riscontrate, all’ospedale di Agordo, rispettivamente delle contusioni al volto con una prognosi di giorni 3 e un trauma contusivo al polso della mano destra con prognosi di giorni 7.

Uno dei giovani è stato refertato con prognosi di 7 giorni per trauma contusivo al volto e abuso di alcol mentre gli altri due hanno rifiutato qualsiasi cura.
Gli stessi saranno segnalati all’autorità giudiziaria per resistenza e lesioni nonché gli è stato contestato l’illecito amministrativo relativo all’ubriachezza.
L’attività di polizia giudiziaria è stata agevolata dal concorso dei Carabinieri delle Stazioni di Falcade e Agordo in supporto al personale di quest’ufficio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter