Cronaca
Feltre

Non risponde al telefono, la mamma lancia l’allarme: il 23enne Andrea trovato morto in casa

Dopo averlo chiamato più volte nell’arco della giornata, il telefono suonava sempre a vuoto, cosa che ha insospettito la mamma che ha deciso di chiedere aiuto ai Carabinieri.

Non risponde al telefono, la mamma lancia l’allarme: il 23enne Andrea trovato morto in casa
Cronaca Feltre, 11 Ottobre 2021 ore 11:55

Due comunità sotto shock per la morte improvvisa di Andrea Codarin a soli 23 anni.

Non risponde al telefono, la mamma lancia l’allarme

Una vita spezzata a soli 23 anni. Andrea Codarin è stato trovato privo di vita all’interno della sua abitazione, una morte naturale ma inspiegabile. Nel pomeriggio di ieri, domenica 10 ottobre 2021, la mamma del 23enne aveva lanciato l’allarme ai Carabinieri dato che non riusciva a mettersi in contatto con il figlio. Dopo averlo chiamato più volte nell’arco della giornata, il telefono suonava sempre a vuoto, cosa che ha insospettito la mamma che ha deciso di chiedere aiuto ai Carabinieri.

Andrea Codarin, originario di Laggio di Cadore, viveva in via XXXI Ottobre, in pieno centro a Feltre. I Carabinieri di Feltre si sono recati presso l’abitazione del 23enne assieme ai Vigili del Fuoco che hanno forzato la porta d’ingresso per riuscire ad entrare. Purtroppo le Forze dell’ordine hanno scoperto la tragedia: Andrea era privo di vita in bagno.

Disposta l’autopsia

Secondo la prima ricostruzione dei fatti, sembra che il 23enne sia morto per cause naturali dato che non sarebbero stati rilevati degli elementi, all’interno dell’abitazione, che facciano pensare a un gesto estremo oppure a una morta violenta. Il Pubblico Ministero ha disposto che venga eseguita l’autopsia sul corpo di Andrea per chiarire la causa del decesso.

L’amore per i tatuaggi

Andrea Codarin si era trasferito per motivi lavorativi a Feltre, lì infatti lavorava nello studio Mountain Tattoo situato in via Ortolani a Feltre. Quella dei tatuaggi per Andrea era una sua grande passione che, con il tempo, si era ben presto trasformata in un’occasione lavorativa. Sul suo profilo social infatti si possono vedere i numerosi tatuaggi eseguiti all’interno dello studio.

Sabato sera Andrea aveva trascorso una serata allegra in compagnia degli amici, aveva poi trascorso del tempo anche con la fidanzata per poi tornare nella sua abitazione. Ora rimarrà da chiarire l’esatta causa della morte di un ragazzo che era nel fiore degli anni con tutto un futuro da vivere.