Solidarietà indigesta

Regala 4000 mascherine al comune: multato per un caffè

La vicenda è accaduta a Lee Li titolare del ristorante Fuji Asian Fusion di Via Vittorio Veneto.

Regala 4000 mascherine al comune: multato per un caffè
Belluno, 11 Aprile 2020 ore 11:25

Lee Li, titolare del ristorante Fuji Asian Fusion di Via Vittorio Veneto,  ha donato oltre 4mila mascherine chirurgiche al Comune di Belluno. Consegnando mascherine agli amici si è però fermato a bere un caffè ed è stato multato.

Un ponte di solidarietà tra Cina e Italia

Sono state consegnate nei giorni scorsi alla Protezione Civile le 2mila mascherine che vanno a completare la donazione di 4mila mascherine totali dell’imprenditore cinese Lee Li, titolare del ristorante Fuji Asian Fusion di Via Vittorio Veneto.

In aggiunta a queste, Lee ha donato anche 400 mascherine destinate alla Protezione Civile comunale.

Multato per un caffè

Oltre a quelle per il comune e alla Protezione Civile, Lee Li ha destinato alcuni pacchi di mascherine anche ai suoi amici bellunesi. Proprio consegnando uno di queste confezioni è stato protagonista, suo malgrado, di un episodio curioso.

“Ritornando alla macchina – racconta un amico – Lee è passato di fronte al bar di una nostra carissima amica, che sta cercando di sbarcare il lunario e, giusto da ieri, ha iniziato a distribuire colazioni e spuntini nel rispetto delle normative sanitarie, portandole a domicilio agli uffici della zona. Bar ovviamente chiuso al pubblico! Uomo dal cuore grande Lee ha profittato del fatto di essere lì e si è fatto portare fuori due caffè, tanto per contribuire alle malandate casse della ragazza. Sfortuna vuole che passavano in quel momento due carabinieri e a nulla sono valsi i tentativi di dare spiegazioni. È stata chiamata un’auto di servizio ed è stato multato”.

“Ho sbagliato” si è preso le sue responsabilità Lee Li sgombrando il campo da possibili polemiche o attriti con le forze dell’ordine.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità