Sullo Spiz Vedana

Ritrovato senza vita in un burrone il 26enne di Sedico che era scomparso

Forse il giovane era scivolato già nella giornata di sabato.

Ritrovato senza vita in un burrone il 26enne di Sedico che era scomparso
Cronaca Belluno, 02 Marzo 2021 ore 09:31

Sono terminate le ricerche del 26enne scomparso da sabato, purtroppo il Soccorso Alpino ha trovato il corpo senza vita del ragazzo in un burrone.

Ritrovato senza vita

Sono terminate definitivamente le ricerche del 26enne di Sedico, scomparso sabato. E' stato purtroppo ritrovato senza vita sullo Spiz Vedana Tiziano Soppelsa, il ventiseienne di Sedico, uscito sabato mattina dalla propria abitazione per un giro in montagna.

Quella mattina il giovane aveva deciso probabilmente di godersi una bella giornata immerso nella natura ed era uscito di casa con zaino e abbigliamento da montagna.

Ieri, lunedì 1 marzo 2021, dopo il ritrovamento della sua auto da parte dei Carabinieri forestali a Ponte Mis, non sapendo la scelta della destinazione del ragazzo e verificando i link di montagna visitati di recente sul suo computer, il Soccorso alpino ha appreso che su due siti si era informato a proposito dell'anello dello Spiz di Vedana.

Probabilmente era una meta a lui sconosciuta e quindi, prima di mettersi in viaggio, aveva svolto le dovute ricerche prima di mettersi in cammino.

Non si conosceva la meta

Poichè dal luogo del parcheggio si sarebbe anche potuto dirigere a Casera Nusieda, sopra il lago del Mis, è stato deciso di verificare entrambe le mete. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha quindi imbarcato tre tecnici del Soccorso alpino di Belluno e ha sorvolato il percorso di accesso e i sottostanti canaloni fino a Casera Nusieda, dove i soccorritori hanno visionato il libro per vedere se ci fosse la firma.

Ritrovato senza vita

Poiché non c'è stato alcun riscontro, l'eliambulanza ha effettuato la perlustrazione della via segnalata di salita allo Spiz Vedana e durante il passaggio sopra i canali è stato visto il corpo senza vita dell'escursionista, 40 metri circa sotto il sentiero, da dove è scivolato probabilmente già sabato.

Con un verricello di 30 metri sono stati sbarcati tecnico di elisoccorso e i tre soccorritori a circa 850 metri di altitudine. La salma è stata quindi imbarellata e recuperata, per essere trasportata a valle e affidata al carro funebre.