Vaccini

Vaccini, 30 presidi indagati a Belluno

Sotto accusa per non avere allontanato dall’asilo i bambini non immunizzati fra i 3 e i 6 anni

Vaccini, 30 presidi indagati a Belluno
Belluno, 23 Gennaio 2020 ore 15:44

Vaccini, 30 presidi indagati a Belluno

Trenta fra dirigenti scolastici del servizio pubblico e legali rappresentanti di scuole dell’infanzia e primarie paritarie sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Belluno per non aver allontanato gli alunni dai 3 ai 6 anni non in regola con le vaccinazioni. L’accusa nei loro confronti è quella di omissione di atti d’ufficio.

Sotto accusa anche i genitori

Dovranno invece rispondere di false dichiarazioni cento genitori di bambini dell’asilo e delle elementari che hanno compilato un’autocertificazione falsa attestando per i figli vaccinazioni mai avvenute.

Indagini a tappeto in tutta la provincia

I Nas di Treviso, competenti anche per Belluno, hanno visitato tutte le scuole della provincia, anche le più isolate tra i monti, analizzando una ad una le documentazioni di ogni bimbo.

Dal controllo della veridicità delle autocertificazioni sono emerse cento posizioni irregolari relative ai genitori e trenta riguardanti dirigenti scolastici che avrebbero dovuto intervenire, interrompendo la frequenza dei bambini non vaccinati, e non l’hanno fatto. I responsabili sono stati tutti identificati e denunciati e ora le loro posizioni sono da valutare.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità