Economia
Trichiana

Ideal Standard, il Governo al lavoro per salvaguardare l'occupazione

La Sottosegretaria Tiziana Nisini: "Studiamo misure strutturali contro la delocalizzazione"

Ideal Standard, il Governo al lavoro per salvaguardare l'occupazione
Economia Belluno, 05 Novembre 2021 ore 15:44

Ideal Standard vuole chiudere lo stabilimento di Trichiana, in provincia di Belluno, perché i costi di produzione sono troppo elevati e quindi non risultano concorrenziali.

Ideal Standard, il Governo al lavoro per salvaguardare l'occupazione

Secondo la proprietà, "anche investendo, rimodulando i volumi produttivi e riducendo le spese generali, il costo di produzione rimarrebbe non concorrenziale". Lo spiega la sottosegretaria Tiziana Nisini, rispondendo ieri ad una interrogazione del deputato Walter Rizzetto (Fdi). Incontri a livello ministeriale con l'azienda sono previsti oggi, 5 novembre, e il prossimo 17 novembre.

"Assicuro che il ministero del lavoro seguirà l'evolversi degli incontri e offrirà sempre la propria mediazione per la massima salvaguardia dei livelli occupazionali", afferma poi Nisini, che in merito al tema della delocalizzazione anticipa l'intenzione del Governo di "intervenire con misure di carattere strutturale, volte a contrastare i processi di disinvestimento nel nostro Paese e di abbandono di siti produttivi, soprattutto quando non siano giustificati da ragioni di crisi industriale o finanziaria".

Al momento, si legge nella risposta fornita in commissione a Rizzetto e visionata dalla 'Dire', "sono oggetto di riflessione tecnica e politica alcune misure, proposte dal ministero del lavoro, finalizzate sia a disincentivare comportamenti opportunistici, poco rispettosi della dignità dei lavoratori coinvolti, sia a promuovere la costruzione di percorsi virtuosi di mitigazione dell'impatto occupazionale, sociale ed economico connesso alle chiusure dei siti produttivi. L'obiettivo della proposta è quello di promuovere azioni condivise di responsabilità sociale anche nella fase di delocalizzazione e di prevedere misure di carattere incentivante volte a impegnare le imprese, le parti sociali e le istituzioni nella ricerca di soluzioni efficaci per la valorizzazione e la tutela del tessuto occupazionale e produttivo del territorio interessato".

Il confronto sul tema delle delocalizzazioni è al momento "sospeso per il varo della manovra di bilancio", ma "riprenderà subito, al fine di giungere in tempi brevi ad una soluzione efficace che assicuri il contrasto del fenomeno e allo stesso tempo condizioni più attrattive del nostro Paese per investimenti esteri strategici e duraturi", conclude la sottosegretaria.