Accordo

Siglato accordo con Terna per il monitoraggio dell’Ambiente

La Regione attiva un "grande fratello" per montiorare le zone più remote della Regione.

Siglato accordo con Terna per il monitoraggio dell’Ambiente
Cortina e Cadore, 19 Febbraio 2020 ore 11:08

Siglato accordo con Terna per il monitoraggio dell’Ambiente.

Monitoraggio ambientale: accordo Terna-Regione

“Un modello unico a livello internazionale, perché già realizzato, che ci permette di avere a disposizione, in tempo reale, dati e informazioni utili, soprattutto in emergenze del livello di Vaia. Non vogliamo succeda mai più quanto accaduto in occasione del black out di Cortina del dicembre 2013: con questo sistema progettato da Terna siamo certi di avere a disposizione uno strumento utile e unico per la sicurezza, in particolare dei nostri territori montani del Veneto”.

Così il Presidente della Regione Luca Zaia ha introdotto la sigla dell’accordo d’intesa fra la Regione del Veneto e Terna, avvenuta lunedì 18 febbraio a palazzo Balbi, che prevede l’istallazione su base regionale di ben 291 sensori, 51 stazioni meteo, 51 accelerometri e 85 dispositivi capaci di rilevare situazioni di rischio sulle infrastrutture dell’ente gestore della linea elettrica.

Il progetto, sul quale Terna ha investito 3 milioni di euro, riguarda le aree montane delle province di Belluno, Vicenza e Verona, in particolare Agordino, Feltrino, Cadore e Comelico e rappresenta un’esperienza unica a livello internazionale. Come ha spiegato l’Amministratore Delegato di Terna, Luigi Ferraris, presentando il “Progetto IoT for the Grid: rete elettriche smart per il Veneto”.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei