Verso l'estate

Veneto Regione Covid-free, Zaia: “Certificare ai turisti che la situazione è sotto controllo”

Si è parlato anche dellinizio posticipato dei saldi.

Veneto Regione Covid-free, Zaia: “Certificare ai turisti che la situazione è sotto controllo”
Belluno, 27 Maggio 2020 ore 15:18

Il consueto punto stampa da Marghera del Governatore dov’è emerso che la Regione ha pronte le linee guida per le terme.

Il bollettino

Il punto stampa di oggi, mercoledì 27 maggio 2020, è iniziato con il consueto bollettino che vede crescere il numero dei tamponi effettuati a 616.292 (+12mila), le persone positive sono 19.113, (+8), in isolamento fiduciario ci sono 2.245 (-63), i ricoverati in area non critica sono 439. Il numero delle terapie intensive scende a 36, (9 positivi e 27 negativi), i dimessi sono 3.318 (+16), i morti sono 1.895 (+9), i morti in ospedale sono 1.364 con nati 91.

Pronte le linee guida per le terme

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia ha annunciato:

Abbiamo pronte linee guida per le terme, farò un’ordinanza per sistemare anche la partita termale. Ricordo che è un comparto interessante per il Veneto perché arricchisce il fatturato del turismo. E’ un settore economico importante che potrà ripartire seguendo le linee guida”.

E per i centri estivi?

Il Governatore ha dato una risposta ai numerosi quesiti che arrivano in questi giorni:

“Sono molte le richieste che arrivano per i centri estivi, avevo detto che l’apertura è prevista per il 1 giugno 2020 e la confermo, noi andiamo avanti, se il Governo adottasse le linee guida per i 0-3 anni per asili nido, nell’ambito della scuola dell’infanzia avremo la possibilità di aprire subito lunedì gli 0-3, basta che ci validino le linee guida. La stessa situazione c’è anche per le altre Regioni. C’è da dire che loro premono di meno forse perché vogliono aprire l’8 giungo. Ricordo che noi siamo stati i primi ad aprire le spiagge e altre attività come piscine e palestre e vogliamo aprire i centri estivi.

Per i turisti si pensa al progetto Covid-free

Per dare maggiore tranquillità ai turisti, la Regione sta pensando a un progetto denominato “Covid-free”, a tal proposito il Governatore ha spiegato:

“Siamo consapevoli che, quando ci saranno le possibilità di spostamento i turisti verranno da qualsiasi paese e noi dobbiamo essere pronti a dirgli che siamo organizzati e rispettosi delle regole. Stiamo ragionando a livello territoriale, abbiamo capito che da un punto di vista psicologico il test è un deterrente mentre dal punto vista epidemiologico ti fornisce una foto. Abbiamo pensato a delle misure che comprendono il tracciare i contatti, abbiamo a disposizione il cruscotto della biosorveglianza. Abbiamo sotto controllo il tema degli isolamenti che ci dicono in maniera geolocalizzata che cosa succedere sul territorio. Lo scopo è mettere in campo la sanità per certificare che la nostra è una Regione che ha in mano la situazione. Ricordo che il tema delle linee guida è fondamentale e lo è ancora di più comunicarle ai turisti. Sono proprio loro che devono sapere che siamo organizzati e rispettosi. In questo modo i turisti possono sapere come comportarsi e che territorio si trovano davanti, più loro sono messi in sicurezza e meno gira il virus”.

Inizio dei saldi posticipato

E’ stato inoltre ricordato che ieri la giunta ha approvato la posticipazione dell’inizio dei saldi al 1 agosto, eliminando anche la clausola che vieta di fare delle promozioni nei 30 giorni precedenti ai saldi. La decisione è stata presa dopo le numerose richieste da parte delle categorie economiche che, con la posticipazione dei saldi e la possibilità di effettuare delle vendite promozionali possono mettere in moto l’attività.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità