Fase 2

Fase 2: il sindaco Massaro spiega l’apertura ai suoi concittadini

In una lettera le regole da rispettare in questi primi giorni di ritorno alla normalità

Fase 2: il sindaco Massaro spiega l’apertura ai suoi concittadini
Belluno, 19 Maggio 2020 ore 09:53

Il sindaco Jacopo Massaro ha scritto un messaggio ai suoi cittadini per spiegare le regole per la Fase 2.

Fase 2: ecco come si riparte

Come sapete, sono uscite numerose novità sulla gestione dell’emergenza Coronavirus:
– Decreto Legge n. 33 del 16/05/2020 (Decreto: https://bit.ly/3bL9A2y )
– DPCM 17/05/2020 (testo del DPCM: https://bit.ly/2zKmcK6 – allegati al DPCM: https://bit.ly/2X0RZ1a )
– [Ordinanza della Regione Veneto n. 48 del 17/05/2020] (scaricabile qui: https://bit.ly/2zMVqAU )

Alcuni documenti sono usciti ieri sera. Vediamo in sintesi cosa dicono:

1) in tutta Italia restano obbligatorie le distanze interpersonali di 2 metri se si fa attività sportiva, e di 1 metro per tutto il resto.

2) [solo in VENETO è obbligatorio indossare la mascherina su naso e bocca se si esce dall’abitazione; ne sono esentati:
– i minori di 6 anni;
– le persone con una disabilità che renda disagevole indossarla;
– chi fa sport intenso, solo finché lo sta facendo;
– chi soggiorna da solo in un locale non aperto al pubblico;
– chi guida autoveicoli o motoveicoli, salvo che non siano autoveicoli aziendali, nel qual caso valgono le regole del datore di lavoro]

3) [solo in VENETO è obbligatoria l’igienizzazione delle mani (ad es. con gel idroalcolico) quando si esce di casa]

4) sono vietati assembramenti pubblici [e solo in VENETO anche quelli privati (come le grigliate e le feste!), salvo che con i propri conviventi]

ATTENZIONE: le regole nazionali possono essere applicate in modo differenziato dalle Regioni. E’ vero che lo Stato ha eliminato il concetto di “congiunti” (a questo faceva riferimento Conte in conferenza stampa), ma l’ordinanza n. 48 della Regione ha stabilito alla lettera B, punto n. 2: “è vietato ogni assembramento tra non conviventi in proprietà pubblica e privata”. Quindi, stando alle parole, non ci si può trovare con gli amici. A meno che per “assembramento” non si intenda un gruppo di persone al di sopra di un certo numero, ma né la Regione – né nessun altro – ha stabilito una nozione esatta di “assembramento”. Chissà: magari due sole persone non sono “assembramento”, ma ad oggi non abbiamo alcun appiglio normativo.
Comunque sia, vedrete che uscirà qualche chiarimento.

5) in tutte le regioni, fino al 2 giugno si può girare solo nella propria regione SENZA autocertificazione. Dal 3 giugno si potrà andare in tutta Italia e in tutti i paesi della UE;

6) in tutta Italia, progressivamente, riaprono le attività produttive, commerciali, sportive, etc., ma ESCLUSIVAMENTE se riusciranno a rispettare le relative linee guida. Il decreto prevede che le linee guida siano dettate dalle Regioni [da noi si devono guardare gli allegati 1 e 2 della ordinanza regionale n. 48] o, in mancanza, le linee guida nazionali (ad esempio allegate al DPCM 17/05/2020).
Per esempio, SE e QUANDO si saranno riorganizzati secondo le linee guida, potranno riaprire:
– i giochi per bambini nei parchi;
– dal 25/05 le piscine e le palestre;
– dal 14/06 Cinema, Teatri e centri estivi.
Restano per ora chiusi gli impianti dei comprensori sciistici, i centri termali e i centri benessere.

8) il trasporto pubblico locale riprenderà progressivamente sulla base degli standard e dell’organizzazione dettata dalla Regione Veneto.

ATTENZIONE: gli standard richiesti per i giochi nei parchi, per gli autobus, per i centri estivi, per le piscine etc. sono elevatissimi. Tutto, quindi, ripartirà molto lentamente.

9) chi entrerà in contatto con una persona contagiata sarà messo in quarantena obbligatoria. STATE ATTENTI se non volete essere rinchiusi di nuovo! Dobbiamo usare prudenza e buon senso.

10) se i contagi riprenderanno in modo deciso, lo Stato, la Regione o il Comune potranno decidere la chiusura di attività o altre misure restrittive.

“Siccome vogliamo tutti tornare “liberi” – ha concluso il primo cittadino – per favore usiamo la testa!”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità