delizie

Frutta secca e formaggi, abbinamenti gourmet

Note dolci e amare si miscelano a quelle morbide e croccanti, generando un’esperienza unica per il palato

Frutta secca e formaggi, abbinamenti gourmet
08 Gennaio 2021 ore 08:57

L’abbinamento frutta secca e formaggi, senza scordarsi della frutta essiccata, uno dei superfood più amati degli ultimi anni, regala un’esplosione di note dolci e amare, morbide e croccanti. E’ Assolatte a fornire alcuni accoppiamenti assolutamente da provare.

Frutta secca e formaggi, gli abbinamenti

Partiamo da crescenza e nocciole. La consistenza voluttuosa di questo formaggio dalla pasta molle e dal gusto intenso di latte viene esaltata, per contrasto, dalla croccantezza e dall’aroma intenso delle nocciole tritate. Nel caso di robiola e prugne essiccate il gusto fresco e acidulo di quest’ultima (anche quella di capra) si sposa molto bene con la dolcezza delle prugne, di cui esalta anche la morbidezza grazie alla sua cremosità. Passiamo a tomino e albicocche disidratate. La pasta cremosa e il gusto fresco e acidulo dei tomini acquistano un tocco di dolcezza e raffinatezza se accompagnati con le morbide albicocche essiccate. Ecco anche caprino e noci pecan. Le sensazioni lattiche molto delicate tipiche dei formaggi freschi di capra e la pasta fine e morbida sono amplificate dal gusto dolce, aromatico, quasi burroso delle noci pecan, che danno anche un tocco di piacevole croccantezza.

Tra sorprese e tradizione

Andiamo avanti con gorgonzola e noci brasiliane. Il sapore pungente e tendente al piccante del Gorgonzola si abbina alla perfezione con le note zuccherine e tostale delle noci brasiliane. Trova poi posto il binomio mozzarella-amarene essiccate: una delizia sorprendente, perché la spiccata dolcezza delle amarene compensa la freschezza acidula della mozzarella. E taleggio e mandorle? L’aroma fruttato e persistente delle mandorle è perfetto con formaggi dal gusto intenso e sapido, ma dalla pasta elastica, come il Taleggio, la Fontina o i pecorini giovani. I formaggi a lunga stagionatura ben si sposano con i fichi secchi: due opposti che funzionano benissimo insieme. La dolcezza zuccherina e pastosa dei fichi secchi viene esaltata dal tocco latteo, dolce e delicato, dei formaggi a lunga stagionatura tipicamente italiani, come Grana Padano e Parmigiano Reggiano.

Il gran finale

Ci avviciniamo alla conclusione con pecorino stagionato e pistacchi. La sapidità del pistacchio è l’ideale per esaltare la struttura granulosa della pasta dei pecorini di media stagionatura. Infine spazio a ricotta e uvetta. Il trionfo della dolcezza per un’accoppiata che è alla base di tanti dessert, ma che è squisita anche così, al naturale. Magari con un bicchierino di buon rhum.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità