Cortina 2021 nel 2022?

Malagò annuncia: “Chiederemo rinvio dei mondiali di sci di Cortina al 2022”

Il presidente del Coni a Che tempo che fa: “Domani (oggi per chi legge) sarà inviata la richiesta al Fis per lo spostamento”

Malagò annuncia: “Chiederemo rinvio dei mondiali di sci di Cortina al 2022”
Cortina e Cadore, 25 Maggio 2020 ore 10:14

Durante la puntata domenicale del programma di Fabio Fazio, “Che tempo che fa” il presidente del Coni ha preannunciato che sarà presentata la richiesta di rinvio alla Fis.

I Mondiali di sci nel 2022?

“Chiederemo che i Mondiali di sci di Cortina siano rinviati al 2022″: lo ha annunciato ieri, domenica 24 maggio, Giovanni Malagò in diretta su Rai2 durante la trasmissione “Che tempo che fa”. Il presidente del Comitato olimpico italiano ha spiegato che il Coni e la Federazione italiana sport invernali chiederà alla Federazione mondiale degli sport invernali (Fis) che i Mondiali di sci di Cortina d’Ampezzo, inizialmente programmati per l’anno prossimo, vengano invece disputati nel marzo 2022 e a parole è sembrato sicuro dell’esito.

I Mondiali di sci previsti per febbraio 2021

La kermesse iridata è fissata al momento sulle montagne bellunesi tra il 7 e il 21 febbraio prossimi, ma il Coni ha deciso di inoltrare questa richiesta di rinvio a causa degli effetti della pandemia e delle incertezze sulla ripresa dello sport. Dunque, la manifestazione dovrebbe seguire i Giochi olimpici invernali di Pechino. Un abbinamento inedito, oltre che azzardato. Nel 2023 poi c’è il Mondiale a Courchevel-Meribel.

La decisione prevista per il 1 luglio

La Federazione italiana sport invernali (Fisi), dopo il vertice avvenuto ieri, lunedì 25 maggio, ha ufficialmente proposto di spostare al marzo 2022 mondiali di sci di Cortina. La Fis, la Federazione internazionale dello sci, deciderà il 1 luglio. Lo ha annunciato la stessa federazione italiana dopo l’anticipazione data dal presidente del Coni, Malagò.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità