Eventi
Tempo libero

Cosa fare a Belluno e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 11 e domenica 12 giugno 2022

Ecco cosa poter fare nella splendida provincia abbracciata dalle Dolomiti.

Cosa fare a Belluno e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 11 e domenica 12 giugno 2022
Eventi Belluno, 10 Giugno 2022 ore 07:38

Gli appuntamenti imperdibili a Belluno e provincia. Ecco i nostri consueti consigli per sabato 11 e domenica 12 giugno 2022.

Cosa fare a Belluno e provincia nel weekend

FELTRE. Sportful Dolomiti Gravel (Sabato 11 giugno)

Dopo 27 anni di Granfondo Sportful Dolomiti Race viene proposta la Sportful Dolomiti GRAVEL, un'esperienza completamente diversa rispetto alla granfondo: un viaggio alla scoperta del Bellunese.

Liberare la mente, provare a lasciare a casa i pensieri di questi ultimi due anni così difficili per tutti e affrontare questo viaggio senza cronometro. Ci saranno momenti in cui la strada davanti sarà dritta, in altri tortuosa e difficile da percorrere.

Non sarà una passeggiata, gli organizzatori della Sportful Dolomiti Race vogliono far faticare gli atleti ripagandoli con un tracciato fatto di magia passando in territori dove il tempo sembra essersi fermato, riempendo i polmoni dell'aria fantastica del Bellunese.

Il senso di questo viaggio starà nel percorso che si farà e non nel traguardo finale.

Il simbolo della "sorella minore" della Dolomiti Sportful Race è l'orso, che rappresenta il territorio e infatti i due percorsi sono denominati:

“BUBU” ed ha una lunghezza di circa 57,9 km e 900m. di dislivello e “YOGHI” con una lunghezza di 169,1km e 2.600m di dislivello.

Entrambi i percorsi, tranne alcuni tratti lungo le strade asfaltate principali utili per il collegamento, si sviluppano su sentieri, strade bianche e strade asfaltate secondarie.

Ma Gravel non sarà solo sport, durante il percorso e all'arrivo sarà l'occasione di assaggiare le eccellenze del territorio e divertirsi con tanta buona musica.

BORGO VALBELLUNA. Corso di scacchi (Sabato 11 giugno)

Organizzato dall'associazione ASD Laghet in collaborazione con il Circolo Scacchistico Bellunese per adulti e ragazzi che vogliono scoprire questo bellissimo gioco e imparare tutti i trucchi dei più grandi scacchisti.

Necessario il Green Pass. Prenotazione obbligatoria telefonando a Francesca 3299813025 o Lucia 3288642754

VAL DI ZOLDO. Dolomiti Extreme Trail (Sabato 11 e domenica 12 giugno)

Numeri da record per la nona edizione di Dolomiti Extreme Trail, evento che si svolgerà dal 10 al 12 giugno sui sentieri della Val di Zoldo (Belluno). I partecipanti alla manifestazione, infatti, hanno superato quota 1500, con 51 nazioni e cinque continenti rappresentati. Mai così tanti a correre tra Pelmo e Civetta, Moiazza e San Sebastiano, nel cuore delle Dolomiti Unesco Patrimonio dell’Umanità. Cinque i tracciati proposti: 103 chilometri (7.150 metri di dislivello positivo e altrettanti di dislivello negativo); 73 chilometri, con 5.500 metri di dislivello; 53 chilometri (3.800 metri di dislivello); 23 chilometri (1.000 metri di dislivello); 11 chilometri e 700 metri di dislivello. Il via alla 103 K verrà dato alle 22.00 di venerdì 10 giugno, la partenza della 73 K alla mezzanotte e quella della 55 K alle 5 di sabato 11. La 23 K e la 11 K si svolgeranno nella mattinata di domenica 12. Sempre nella mattinata di domenica si svolgerà la Mini Dxt, iniziativa dedicata ai più piccoli e alle famiglie. La partenza e l’arrivo sono previste a Forno di Zoldo per tutte le gare.

La manifestazione è stata presentata nella mattinata di martedì 7 giugno a Palazzo Piloni, sede dell’Amministrazione provinciale di Belluno. «Realtà come Dolomiti Extreme Trail rappresentano una grande ricchezza per il territorio» ha sottolineato il presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin, intervenuto insieme al sindaco di Val di Zoldo, Camillo De Pellegrin. «I grandi eventi sportivi sono un formidabile veicolo promozionale per la nostra montagna che, attraverso queste manifestazioni non solo si fa conoscere ma anche si mantiene viva e dinamica, creando occasioni di sviluppo per le comunità locali».

«Dopo la ripartenza dello scorso anno, ci siamo messi al lavoro per proporre una manifestazione ancora più interessante, grazie al supporto di tantissimi volontari, oltre duecento, delle amministrazioni e di tanti sponsor» hanno affermato Paolo Franchi e Corrado De Rocco, coordinatori dello staff organizzativo. «Un primo motivo di soddisfazione lo abbiamo già. il record di partecipazione. Per noi si tratta di numeri importanti che contribuiscono non solo a rendere importante Dxt ma a supportare l’economia della valle: sono infatti molti gli stranieri che si fermano nelle nostre strutture per più giorni».

Come già nel 2021, Dolomiti Extreme Trail sarà inclusiva: al via ci saranno alcuni atleti paralimpici, tra i quali Moreno Pesce, l'atleta  veneziano che nel giugno dello scorso anno si cimentò sul tracciato di 11 chilometri e che, insieme allo staff di Dxt e all’agenzia di comunicazione Gruppo Matches, sta lavorando a un progetto per la realizzazione di alcuni sentieri, in Val di Zoldo, percorribili da atleti con disabilità, anche con le carrozzine. «Da due anni, come agenzia,  affianchiamo la DXT, sono molto soddisfatto dell’immagine che stiamo creando della prestigiosa gara, che ci ha permesso di fatto di portare nuove grandi aziende ad esser partner di questa fantastica iniziativa sportiva di Trail nella Val di Zoldo, manifestazione che ha una risonanza mondiale con un importantissimo ritorno mediatico di promozione sportivo e turistico-commerciale», afferma Andrea Cicini Ceo & founder della Gruppo Matches.

Novità importante di questo 2022, l’ingresso nella famiglia Dxt di diversi nuovi partner: Loacker, Cisalfa, Rock Experience, Asics, Theragun ed Enervit.

«Siamo contenti di supportare questo evento che negli anni è diventato uno dei più apprezzati e affascinanti nel panorama dei trail» così Paolo Calabresi, Enervit Marketing Director Sport&Fitness Division. «Enervit non poteva mancare in questo mondo, dove è richiesto un grande impegno in termini di sforzo fisico, ma anche mentale per pianificare e gestire le varie fasi della gara. Da sempre lavoriamo con e per gli atleti, di ogni livello, dai professionisti agli amatori, sviluppando prodotti innovativi e strategie nutrizionali che consentono di affrontare e concludere l’impegno agonistico nel migliore dei modi. Anche per questo motivo da quest’anno supportiamo e collaboriamo con Franco Collé, un vero campione di questa specialità».

Non è mancato alla presentazione di Dolomiti Extreme Trail 2022 il saluto del presidente del Coni Veneto, Dino Ponchio. «Un caro benvenuto in Veneto, e in particolare nelle nostre meravigliose Dolomiti, a tutti i partecipanti alla Dxt e ai loro accompagnatori»  ha affermato il numero uno dello sport veneto. «Cari atleti, ammiro il vostro coraggio e impegno, che definire "estremo" è poco, nell'affrontare questa importante competizione ma come sempre vorrei far arrivare il mio plauso e il mio grazie a tutto lo staff organizzatore dell'evento. Persone che credono profondamente nei valori sportivi e nella valorizzazione del territorio anche grazie al trail, che contribuiscono con il loro operato a far conoscere la meravigliosa montagna veneta, e a sviluppare un turismo sportivo che ha sempre più grossa importanza nell'economia dei territori».

BORGO VALBELLUNA. Giro del Piave (Domenica 12 giugno)

Domenica 12 giugno 2022 si terrà la 77^ edizione del Giro del Piave - Memorial Piergiorgio Sbardella.

Lo storico percorso ciclistico su strada attraversa il meraviglioso territorio bellunese tra destra e sinistra Piave.

Quest'anno la corsa percorrerà 123 chilometri che avranno inizio alle 13:00 dalla piazza di Mel di Borgo Valbelluna (Belluno) e termineranno nel piazzale delle Buse sul Monte Avena (Belluno).

La gara toccherà numerosi paesi della vallata bellunese, e della pedemontana: dopo aver attraversato il Piave una prima volta prima sul Ponte di San Felice e poi a Busche, il giro transiterà nuovamente per il centro di Mel per poi dirigersi verso la zona di Sospirolo con la sua meravigliosa Certosa di Vedana per poi percorrere la destra Piave attraversando Cesiomaggiore - il paese della bicicletta - e Pedavena passando davanti la mitica Birreria.

L'ultima fatica per i giovani atleti sarà giungere a Ponte Serra e poi salire fino al Passo Croce d'Aune tra le curve già testimoni di storici passaggi di gare come il Giro d'Italia e la Granfondo Sportful.

Un’edizione del Giro del Piave che, oltre a ricordare il dottor Piergiorgio Sbardella già sindaco di Mel e giudice internazionale di ciclismo, è anche un’occasione per scoprire la Valbelluna nelle zone meno frequentate.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter