Menu
Cerca
Supporto

Contributi regionali a favore dei Comuni in aree svantaggiate di montagna

L’obbiettivo è quello di supportare concretamente alcuni dei servizi essenziali per la popolazione e contribuire al miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

Contributi regionali a favore dei Comuni in aree svantaggiate di montagna
Attualità Belluno, 21 Aprile 2021 ore 12:17

La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore al Bilancio e alla Programmazione, Francesco Calzavara, il provvedimento che definisce i criteri e le modalità di assegnazione di contributi a favore dei comuni ricadenti nelle aree svantaggiate di montagna.

Contributi regionali

Calzavara ha spiegato:

Si tratta di un provvedimento importante, mirato al sostegno specifico di 29 comuni Veneti che oggi dimostrano di essere in condizioni di elevato svantaggio socio-economico, rispetto ad altre realtà della nostra Regione. Parliamo di realtà piccole, con al massimo 4600 residenti, che meritano di essere tutelate e valorizzate, perché conservino valori e tradizioni uniche. Comuni che si trovano in gran parte nella provincia di Belluno (22 enti), in provincia di Vicenza (6 comuni) e ma anche in provincia di Treviso. L’obbiettivo è quello di supportare concretamente alcuni dei servizi essenziali per la popolazione e contribuire al miglioramento della qualità della vita dei cittadini, per limitare il fenomeno dello spopolamento che purtroppo oggi sta colpendo in maniera determinante le nostre ‘terre alte’”.

L’assessore ha puntualizzato:

“Nel bilancio di previsione abbiamo stanziato complessivamente 150mila euro a sostegno delle spese di gestione e di funzionamento di settori specifici, come ad esempio i servizi sociali, il trasporto scolastico, la gestione, manutenzione e sgombero della neve dalle strade comunali, il riscaldamento di immobili comunali e scuole”.

Tre indici specifici

Calzavaraha concluso:

“I Comuni con popolazione fino ai 5mila abitanti rientrano in una fascia di priorità nella definizione della graduatoria di svantaggio, che tiene conto di altri tre indici specifici: lo spopolamento, l’anzianità della popolazione e la percentuale di abbandono del territorio agricolo. Su una graduatoria finale composta da 157 potenziali destinatari situati nelle aree svantaggiate di montagna, ben 29 comuni presentano oggi un elevato svantaggio, derivante dalla compresenza di tutti e tre gli indici previsti nella normativa regionale a supporto delle aree di montagna”.

I comuni Veneti hanno tempo fino al 30 settembre per richiedere il sostegno concesso dalla Regione del Veneto, allegando tutta la documentazione che certifica le spese sostenute per finanziare i servizi e settori indicati nella delibera.

La graduatoria dei comuni montani assegnatari del contributo